Indietro
Download

Il progetto di allestimento della mostra La Galleria Storica della Triennale, 1933-1968 presentata al palazzo dell'Arte nel 1996 prevede l'utilizzo dei materiali, prevalentemente fotografici, custoditi nell'archivio della Triennale. 

 

L'allestimento realizzato con Piero De Amicis costituisce una rappresentazione fisica dell'Ordinamento della mostra stessa, il quale consisteva nel mostrare come gli spazi più significativi del Palazzo dell'Arte fossero stati utilizzati e modellati dai singoli allestimenti delle mostre che si sono succedute all'interno delle Esposizioni Internazionali.

Quest'operazione comparativa illustra, da un lato l'evoluzione degli stili e dei linguaggi architettonici nel tempo (anche per aree geografiche), e dall'altro, mantenendo inalterata la variabile del contenitore, consente una riflessione sulle potenzialità del progetto di architettura nel determinare il carattere e la funzionalità degli ambienti abitati. L'allestimento mette in scena queste intersezioni secondo uno schema a matrice che ordina da un lato le Esposizioni e i loro temi e dall'altro gli ambienti, così da facilitare e rendere comprensibile la lettura comparativa senza imporre un criterio interpretativo preferenziale.

Leggi di più
Leggi di meno
/
Galleria Storica della Triennale
Close

Il progetto di allestimento della mostra La Galleria Storica della Triennale, 1933-1968 presentata al palazzo dell'Arte nel 1996 prevede l'utilizzo dei materiali, prevalentemente fotografici, custoditi nell'archivio della Triennale. 

 

L'allestimento realizzato con Piero De Amicis costituisce una rappresentazione fisica dell'Ordinamento della mostra stessa, il quale consisteva nel mostrare come gli spazi più significativi del Palazzo dell'Arte fossero stati utilizzati e modellati dai singoli allestimenti delle mostre che si sono succedute all'interno delle Esposizioni Internazionali.

Quest'operazione comparativa illustra, da un lato l'evoluzione degli stili e dei linguaggi architettonici nel tempo (anche per aree geografiche), e dall'altro, mantenendo inalterata la variabile del contenitore, consente una riflessione sulle potenzialità del progetto di architettura nel determinare il carattere e la funzionalità degli ambienti abitati. L'allestimento mette in scena queste intersezioni secondo uno schema a matrice che ordina da un lato le Esposizioni e i loro temi e dall'altro gli ambienti, così da facilitare e rendere comprensibile la lettura comparativa senza imporre un criterio interpretativo preferenziale.

Il progetto di allestimento della mostra La Galleria Storica della Triennale, 1933-1968 presentata al palazzo dell'Arte nel 1996 prevede l'utilizzo dei materiali, prevalentemente fotografici, custoditi nell'archivio della Triennale. 

 

L'allestimento realizzato con Piero De Amicis costituisce una rappresentazione fisica dell'Ordinamento della mostra stessa, il quale consisteva nel mostrare come gli spazi più significativi del Palazzo dell'Arte fossero stati utilizzati e modellati dai singoli allestimenti delle mostre che si sono succedute all'interno delle Esposizioni Internazionali.

Quest'operazione comparativa illustra, da un lato l'evoluzione degli stili e dei linguaggi architettonici nel tempo (anche per aree geografiche), e dall'altro, mantenendo inalterata la variabile del contenitore, consente una riflessione sulle potenzialità del progetto di architettura nel determinare il carattere e la funzionalità degli ambienti abitati. L'allestimento mette in scena queste intersezioni secondo uno schema a matrice che ordina da un lato le Esposizioni e i loro temi e dall'altro gli ambienti, così da facilitare e rendere comprensibile la lettura comparativa senza imporre un criterio interpretativo preferenziale.

Il progetto di allestimento della mostra La Galleria Storica della Triennale, 1933-1968 presentata al palazzo dell'Arte nel 1996 prevede l'utilizzo dei materiali, prevalentemente fotografici, custoditi nell'archivio della Triennale. 

 

L'allestimento realizzato con Piero De Amicis costituisce una rappresentazione fisica dell'Ordinamento della mostra stessa, il quale consisteva nel mostrare come gli spazi più significativi del Palazzo dell'Arte fossero stati utilizzati e modellati dai singoli allestimenti delle mostre che si sono succedute all'interno delle Esposizioni Internazionali.

Quest'operazione comparativa illustra, da un lato l'evoluzione degli stili e dei linguaggi architettonici nel tempo (anche per aree geografiche), e dall'altro, mantenendo inalterata la variabile del contenitore, consente una riflessione sulle potenzialità del progetto di architettura nel determinare il carattere e la funzionalità degli ambienti abitati. L'allestimento mette in scena queste intersezioni secondo uno schema a matrice che ordina da un lato le Esposizioni e i loro temi e dall'altro gli ambienti, così da facilitare e rendere comprensibile la lettura comparativa senza imporre un criterio interpretativo preferenziale.

Il progetto di allestimento della mostra La Galleria Storica della Triennale, 1933-1968 presentata al palazzo dell'Arte nel 1996 prevede l'utilizzo dei materiali, prevalentemente fotografici, custoditi nell'archivio della Triennale. 

 

L'allestimento realizzato con Piero De Amicis costituisce una rappresentazione fisica dell'Ordinamento della mostra stessa, il quale consisteva nel mostrare come gli spazi più significativi del Palazzo dell'Arte fossero stati utilizzati e modellati dai singoli allestimenti delle mostre che si sono succedute all'interno delle Esposizioni Internazionali.

Quest'operazione comparativa illustra, da un lato l'evoluzione degli stili e dei linguaggi architettonici nel tempo (anche per aree geografiche), e dall'altro, mantenendo inalterata la variabile del contenitore, consente una riflessione sulle potenzialità del progetto di architettura nel determinare il carattere e la funzionalità degli ambienti abitati. L'allestimento mette in scena queste intersezioni secondo uno schema a matrice che ordina da un lato le Esposizioni e i loro temi e dall'altro gli ambienti, così da facilitare e rendere comprensibile la lettura comparativa senza imporre un criterio interpretativo preferenziale.

Il progetto di allestimento della mostra La Galleria Storica della Triennale, 1933-1968 presentata al palazzo dell'Arte nel 1996 prevede l'utilizzo dei materiali, prevalentemente fotografici, custoditi nell'archivio della Triennale. 

 

L'allestimento realizzato con Piero De Amicis costituisce una rappresentazione fisica dell'Ordinamento della mostra stessa, il quale consisteva nel mostrare come gli spazi più significativi del Palazzo dell'Arte fossero stati utilizzati e modellati dai singoli allestimenti delle mostre che si sono succedute all'interno delle Esposizioni Internazionali.

Quest'operazione comparativa illustra, da un lato l'evoluzione degli stili e dei linguaggi architettonici nel tempo (anche per aree geografiche), e dall'altro, mantenendo inalterata la variabile del contenitore, consente una riflessione sulle potenzialità del progetto di architettura nel determinare il carattere e la funzionalità degli ambienti abitati. L'allestimento mette in scena queste intersezioni secondo uno schema a matrice che ordina da un lato le Esposizioni e i loro temi e dall'altro gli ambienti, così da facilitare e rendere comprensibile la lettura comparativa senza imporre un criterio interpretativo preferenziale.

Il progetto di allestimento della mostra La Galleria Storica della Triennale, 1933-1968 presentata al palazzo dell'Arte nel 1996 prevede l'utilizzo dei materiali, prevalentemente fotografici, custoditi nell'archivio della Triennale. 

 

L'allestimento realizzato con Piero De Amicis costituisce una rappresentazione fisica dell'Ordinamento della mostra stessa, il quale consisteva nel mostrare come gli spazi più significativi del Palazzo dell'Arte fossero stati utilizzati e modellati dai singoli allestimenti delle mostre che si sono succedute all'interno delle Esposizioni Internazionali.

Quest'operazione comparativa illustra, da un lato l'evoluzione degli stili e dei linguaggi architettonici nel tempo (anche per aree geografiche), e dall'altro, mantenendo inalterata la variabile del contenitore, consente una riflessione sulle potenzialità del progetto di architettura nel determinare il carattere e la funzionalità degli ambienti abitati. L'allestimento mette in scena queste intersezioni secondo uno schema a matrice che ordina da un lato le Esposizioni e i loro temi e dall'altro gli ambienti, così da facilitare e rendere comprensibile la lettura comparativa senza imporre un criterio interpretativo preferenziale.

Il progetto di allestimento della mostra La Galleria Storica della Triennale, 1933-1968 presentata al palazzo dell'Arte nel 1996 prevede l'utilizzo dei materiali, prevalentemente fotografici, custoditi nell'archivio della Triennale. 

 

L'allestimento realizzato con Piero De Amicis costituisce una rappresentazione fisica dell'Ordinamento della mostra stessa, il quale consisteva nel mostrare come gli spazi più significativi del Palazzo dell'Arte fossero stati utilizzati e modellati dai singoli allestimenti delle mostre che si sono succedute all'interno delle Esposizioni Internazionali.

Quest'operazione comparativa illustra, da un lato l'evoluzione degli stili e dei linguaggi architettonici nel tempo (anche per aree geografiche), e dall'altro, mantenendo inalterata la variabile del contenitore, consente una riflessione sulle potenzialità del progetto di architettura nel determinare il carattere e la funzionalità degli ambienti abitati. L'allestimento mette in scena queste intersezioni secondo uno schema a matrice che ordina da un lato le Esposizioni e i loro temi e dall'altro gli ambienti, così da facilitare e rendere comprensibile la lettura comparativa senza imporre un criterio interpretativo preferenziale.

Il progetto di allestimento della mostra La Galleria Storica della Triennale, 1933-1968 presentata al palazzo dell'Arte nel 1996 prevede l'utilizzo dei materiali, prevalentemente fotografici, custoditi nell'archivio della Triennale. 

 

L'allestimento realizzato con Piero De Amicis costituisce una rappresentazione fisica dell'Ordinamento della mostra stessa, il quale consisteva nel mostrare come gli spazi più significativi del Palazzo dell'Arte fossero stati utilizzati e modellati dai singoli allestimenti delle mostre che si sono succedute all'interno delle Esposizioni Internazionali.

Quest'operazione comparativa illustra, da un lato l'evoluzione degli stili e dei linguaggi architettonici nel tempo (anche per aree geografiche), e dall'altro, mantenendo inalterata la variabile del contenitore, consente una riflessione sulle potenzialità del progetto di architettura nel determinare il carattere e la funzionalità degli ambienti abitati. L'allestimento mette in scena queste intersezioni secondo uno schema a matrice che ordina da un lato le Esposizioni e i loro temi e dall'altro gli ambienti, così da facilitare e rendere comprensibile la lettura comparativa senza imporre un criterio interpretativo preferenziale.

Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Vedi di più
Play
Play
Pause
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Vedi di più
Play
Play
Pause
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close

Luogo

Milano

Committente

Triennale di Milano

Anno

1996

Superficie allestita

400 mq

Luogo

Milano

Committente

Triennale di Milano

Anno

1996

Superficie allestita

400 mq

Vedi di più

Luogo

Milano

Committente

Triennale di Milano

Anno

1996

Superficie allestita

400 mq

Play
Play
Pause
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Vedi di più
Play
Play
Pause
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Close
Vedi di più
Play
Play
Pause

Partner di progetto Piero De Amicis

Crediti fotografici Andrea Martiradonna

Prossimo Progetto
WTO Headquarter
REQUIRED
Prossimo Progetto
Residenze Liberty
REQUIRED
Prossimo Progetto
Centri Sportivi
REQUIRED
Prossimo Progetto
Residenza Elba
REQUIRED
Prossimo Progetto
Locanda La Raia
REQUIRED
Prossimo Progetto
Paravento Giunco
REQUIRED
Prossimo Progetto
Casa sul Parco
REQUIRED
Prossimo Progetto
Casa di Montagna
REQUIRED
Prossimo Progetto
Borgo Merlassino
REQUIRED
Prossimo Progetto
Villa di Pianura
REQUIRED
Prossimo Progetto
Tavolo OTTO
REQUIRED
Prossimo Progetto
Barricaia
REQUIRED
Prossimo Progetto
Casa sul Tetto
REQUIRED
Prossimo Progetto
Piazza Incontro
REQUIRED
Prossimo Progetto
Mas
REQUIRED
Prossimo Progetto
Vinitaly
REQUIRED
Prossimo Progetto
Piscina Privata
REQUIRED
Prossimo Progetto
Abitare il Lago
REQUIRED
Prossimo Progetto
Lampada Quivi
REQUIRED
Prossimo Progetto
Piscina Comunale
REQUIRED
+